Riviste on line dagli istituti storici della Resistenza

Navigando on line nella rete degli istituti storici della Resistenza si possono scoprire progetti interessanti. Mi è già capitato di presentare alcuni dei molti progetti dell’INSMLI: nell’articolo Periodici e giornali digitalizzati Parte III ho segnalato Stampa clandestina; in un altro ho segnalato EPOCA – Emeroteca politica e culturale antifascista, realizzato in collaborazione con l’Emeroteca Digitale Braidense.

Da un po’ di tempo l’INSMLI rende disponibile On line  integralmente gratuitamente le annate 1949-1998 di Italia Contemporanea Italia contemporanea (già Il Movimento di liberazione in Italia dal 1949 al 1973) con scansione OCR e ricerca testuale all’interno dei file pdf.

Va da sé che l’importanza della rivista e dei contributi che presenta rendono questa realizzazione un servizio inestimabile per studiosi, studenti e appassionati.

Non è l’unico.  gli Istituti Storici dell’Emilia Romagna hanno realizzato E-Review rivista degli Istituti Storici dell’Emilia-Romagna in rete:

Sorto per iniziativa degli Istituti storici della Resistenza, in collaborazione con l’ente regionale, il progetto è volto allo sviluppo dell’attività culturale per lo studio del passato e la trasmissione della memoria storica. La rivista intende rivolgersi a un pubblico nazionale e internazionale di studiosi, insegnanti, cultori e appassionati della materia, con l’obiettivo di aprire un canale di comunicazione storiografica che superi i confini accademici e favorisca la costruzione di un dialogo con la società. La stessa scelta di pubblicare in formato digitale risponde a tale proposito, nella convinzione che il web offra considerevoli vantaggi sia per quanto riguarda la diffusione e la fruibilità della rivista, sia per la possibilità di proporre contenuti multimediali oltre che testuali.

Anche l’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia ha digitalizzato e messo on line la propria rivista: l’impegno, pubblicata fin dal 1981.

Per il momento mi fermo qui. Direi che c’è da curiosare parecchio. Buona lettura

GRANDE GUERRA EMILIA-ROMAGNA. TRA ORIZZONTE REGIONALE E NAZIONALE

Tra le moltissime iniziative fiorite in occasione del lungo Centenario della Grande Guerra (che in parte ho segnalato in altri articoli: Alcuni progetti in rete sulla Prima Guerra MondialeFondazione Gramsci Emilia Romagna. Prima Guerra Mondiale – Opuscoli digitalizzatiPrima Guerra Mondiale – Giornali di Trincea e altro e altre cose che potete trovarle usando la lente di ricerca), l’Emilia-Romagna si è inserita con una serie di convegni e di progetti estremamente interessanti.

Lo sforzo coordinato degli Istituti storici, che hanno potuto giovarsi del sostegno della Regione, ha portato anche alla realizzazione di un portale dedicato alla Prima Guerra Mondiale estremamente ricco.

Suddiviso nelle sezioni Convegni, Lezioni Magistrali, Public History, Pubblicazioni, il visitatore trova quanto di meglio sia stato realizzato finora dal gruppo di lavoro che dirige il progetto: dalle lezioni magistrali registrate e caricate su youtube, alle iniziative “per il pubblico” della public history, non solo di esclusivo carattere storiografico, ma frutto di una

contaminazione tra i linguaggi e le discipline: storia, teatro, fotografia, letteratura, musica e cinema, per un coinvolgimento il più ampio possibile della cittadinanza. Un modo, in fondo, per ribadire la convinzione che l’utilità della storia come disciplina di studio e di ricerca è tanto maggiore quanto più alto è il sapere diffuso che essa genera.

In questa sezione si possono consultare e/o scaricare incentrate sui profughi.

La sezione Pubblicazioni offre la possibilità di scaricare gratuitamente due testi per approfondire tutti i temi che gli Istituti stanno affrontando e proponendo.

Non mi resta quindi che augurarvi buona navigazione: Grande Guerra Emilia Romagna