SAELA un aggretatore di siti e portali per giornali e periodici

Che cosa sia esattamente SAELA non ho ben capito. Il sito non ha una pagina introduttiva (o almeno io non l’ho trovata), non propone pagine social (Facebook, Twitter o altri). Di sicuro direi che si tratta di un aggregatore di siti e portali.

Si potrebbe anche definire una gigantesca emeroteca digitale. SAELA infatti propone il links a centinaia (un migliaio? Non saprei, non li ho contati) di giornali e periodici pubblicati dalla fine del Seicento a buona parte del Novecento.

In realtà i links rimandano ad altre emeroteche digitali (Internet Culturale, Emeroteca Digitale Braidense e molte altre che ho indicato nei molti articoli che ho dedicato a quotidiani, periodici e giornali).

Il modo migliore per orientarsi sul portale di SAELA è cercare il giornale che ci interessa partendo dalla data di pubblicazione. L’elenco dei giornali e dei periodici, infatti segue un ordine cronologico e, quando possibile, di luogo di pubblicazione.

Con questi prerequisiti e, naturalmente, col titolo della testata, la consultazione diventa comoda e rapida. Se cercate giornali, periodici, quotidiani, è molto probabile che sul portale SAELA li troviate: SAELA.

Altri Portali

A titolo di promemoria, segnalo alcuni altri portali già indicati in altri articoli:

  1. Il progetto Diffondo
  2. I giornali del Piemonte. 189 testate digitalizzate
  3. Biblioteca digitale del Senato
  4. EPOCA – Emeroteca politica e culturale antifascista

Buona consultazione.

Giornali e periodici italiani su Gallica

Gallica, la Biblioteca Digitale della Biblioteca Nazionale di Francia, non ha certo bisogno di presentazioni. Semplicemente è una delle più grandi biblioteche digitali esistenti. Col tempo è diventata un catalizzatore di molte altre biblioteche non solo parigine ma di tutto il paese le quali convogliano su di essa i loro materiali. Le pubblicazioni in lingua italiana su Gallica sono moltissime. Per quanto riguarda giornali e periodici, al momento se ne contano 117.

Rendere conto di tutte le pubblicazioni è impossibile, anche perché l’arco cronologico è molto ampio: dalla fine del Settecento alla seconda metà del Novecento. Si possono indicare però alcuni raggruppamenti anche se piuttosto generici. Uno riguarda senza dubbio il mondo del lavoro: giornali e periodici di lavoratori italiani emigrati in Francia.

Un altro gruppo riguarda i fuoriusciti dall’Italia durante il ventennio fascista con il corredo di stampa periodica di opposizione al regime.

Non mancano comunque testate generiche; periodici letterari, artistici, teatrali; altri incentrati sulla vita parigina; altri ancora sul mondo del commercio e degli affari, sul turismo.

In ogni caso si tratta di una quantità di materiale estremamente interessante per studenti, ricercatori, storici e semplici curiosi. Non ci resta che sfogliare i Giornali e periodici italiani su Gallica. Buona consultazione.

Il Resto del Carlino digitalizzato (1915/1919 – 1939/1946)

Ho già presentato da tempo il ricchissimo portale Storia e memoria di Bologna. Vi si trovano moltissime cose inerenti la storia della città. Vale però la pena segnalarlo nuovamente perché in occasione del 77° anniversario della Liberazione della città, “Bologna Musei” ha digitalizzato “Il Resto del Carlino” per gli anni 1915/1919 e dal 1939 al 1946.

Un lavoro di digitalizzazione del più importante quotidiano bolognese è in corso anche da parte della Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea di Roma (l’ho segnalato in un articolo assieme ad altre testate: Quotidiani digitalizzati dalla Biblioteca di Storia moderna e contemporanea di Roma).

La digitalizzazione de “Il Resto del Carlino” arricchisce il ventaglio di giornali – quotidiani e periodici – emiliano-romagnoli che ho segnalato in articoli precedenti: Periodici e giornali digitalizzati Parte II; Periodici e giornali digitalizzati Parte IV; Giornali cesenati digitalizzati.

Non ci resta che augurarci che venga realizzata la digitalizzazione completa della testata. Sarebbe un gran bel servizio.

lo storico della domenica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: