Miscellanea di riviste digitalizzate dalle bct

Il Piemonte si conferma una delle regioni più attive nella digitalizzazione di giornali, riviste e periodici. Mi è già capitato di segnalare l’importante progetto I giornali del Piemonte. 189 testate digitalizzate e la Biblioteca Digitale della Fondazione Einaudi.

Ora le Biblioteche civiche torinesi di offrono la possibilità di visionare e scaricare in formato pdf una miscellanea di riviste che spaziano dallo sport (alpinismo), alla storia del Risorgimento, dall’archeologia, all’arte, dalla musica al turismo.

Complessivamente una ventina riviste di non facile reperibilità e che si integrano quindi ad altri progetti che ho già segnalato tempo addietro (BiASA. Una emeroteca per l’Archeologia e la Storia dell’Arte, Il progetto Marengo: decine di riviste digitalizzate, Visitare l’Italia. L’archivio del Touring Club Italiano, Biblioteca Digitale Lombarda (BDL)).

Non ci resta che andare a consultarle: Biblioteche civiche torinesi

World Digital Library

Tra le numerose biblioteche digitali che ho indicato in una pagina apposita (Biblioteche Digitali) mancava uno dei progetti più interessanti: la World Digital Library.

Lanciata nel 2009, la World Digital Library (WDL) è un progetto della Biblioteca del Congresso ed è sostenuta dall’UNESCO con il contributo di biblioteche, archivi, musei, istituzioni educative e organizzazioni internazionali di tutto il mondo. La World Digital Library intende conservare e condividere alcuni dei più importanti oggetti culturali del mondo, aumentando l’accesso ai tesori culturali e ai documenti storici significativi per consentire la scoperta, la scolarizzazione e l’utilizzo.

Per quanto riguarda i libri e la documentazione scritta, la momento la WDL non regge il confronto con altre grandi biblioteche digitali come Google Libri, Internet Archive, Europeana o MDZ o Gallica, anche se non mancano testi interessanti e raccolte di giornali.

Molte interessante invece è la raccolta di mappe, carte geografiche e, in generale, delle immagini, non ha caso una delle più nutrite. Tra l’altro è sempre indicato l’ente di provenienza del materiale, il che può essere un buon modo per tentare ulteriori approfondimenti.

Inoltre, la World Digital Library ha il pregio di essere strutturata in modo molto facile e intuitivo per chi vi naviga. Quindi non resta che tuffarci in questo mare di documenti i più disparati, dando tempo al tempo per crescere: World Digital Library

Il progetto Diffondo

Una splendida e ricchissima biblioteca digitale con opere rare e di difficile consultazione.

Diffondo è l’acronimo di DIgitalizzazione e Fruizione del FOndo BeNeDettino delle Biblioteche Riunite “Civica e A. UrsinO Recupero”, un progetto di ricerca multidisciplinare che mette al centro la ricognizione, lo studio, la digitalizzazione e la libera fruizione della sezione scientifica e naturalistica del Fondo Benedettino custodito all’interno delle Biblioteche Riunite “Civica e A. Ursino Recupero” di Catania.

Al momento si compone di 41 collezione, offre 1.158 volumi digitalizzati per oltre 250.000 pagine. Gli argomenti trattati nelle collezioni è veramente ampio: Archeologia, Medicina, Farmacomepea, Alchimia, Antiquaria, Toponomastica, Scienze Naturali, Tossicologia, Zoologia, Matematica, Geologia, Minerologia, Curiosità, Tecnica, Idraulica, Giochi, Stregoneria, Cosmologia…

Altrettanto ricca e variegata per interessi e argomenti è la sezione dei Documenti, singole opere, dissertazioni, manoscritti, piante ecc.

L’importanza del Progetto Diffondo risiede, mi pare, nel rendere fruibili a tutti un corpo di opere altrimenti difficilmente consultabili. Documenti e opere del Progetto Diffondo sono infatti liberamente consultabili e scaricabili in formato PDF.

Diffondo garantisce un viaggio affascinante e curioso. Buona navigazione: Progetto Diffondo

PS: devo la scoperta di questa Biblioteca Digitale alla gentilezza di Emanuele Catone che me l’ha segnalata.

lo storico della domenica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: