Lista degli autori e dei libri recensiti

  1. Marzio Barbagli, Comprare piacere. Sessualità e amore venale dal Medioevo a oggi, Il Mulino, 2020, pp. 634: Comprare piacere.
  2. Paul Begg, Jack lo squartatore. La vera storia, UTET, 2006, pp. 314: Jack lo squartatore. La vera storia
  3. Klaus Bergdolt, La grande pandemia. Come la peste nera generò il mondo nuovo, Libreria Pienogiorno, 2020, pp. 313: La grande pandemia. Come la peste nera generò il nuovo mondo
  4. Philipp Blom, La grande frattura. L’Europa tra le due guerre, Marsilio, 2019, pp. 574: La grande frattura. L’Europa tra le due guerre (1918-1938)
  5. Attilio Brilli, Il viaggio nella Capitale. Torino, Firenze e Roma dopo l’Unità d’Italia, Torino, Utet,   Recensione. Attilio Brilli: Il viaggio nella capitale. Torino, Firenze e Roma dopo l’Unità
  6. Attilio Brilli, Quando viaggiare era un’arte. Il romanzo del Grand Tour, Il Mulino, 1995, pp. 180: Quando viaggiare era un’arte.
  7. Giovanna Caldara-Mauro Colombo, Tanto tu torni sempre. Ines Figini, la vita oltre il lager, Zolfo Editore, 2021, pp. 211: Tanto tu torni sempre. Ines Figini, la vita oltre il lager
  8. Guido Carpi, Russia 1917. Un anno rivoluzionario, Carocci, 2017, pp. 199:  Russia 1917. Un anno rivoluzionario.
  9. Giancarlo CerasoliMais e miseria. Storia della pellagra in Romagna, Società Editrice Il Ponte Vecchio, 2020, pp. 315: Mais e miseria. Storia della pellagra in Romagna
  10. Giorgio Cosmacini, Ciarlataneria e medicina. Cure, maschere, ciarle, Raffaello Cortina Editore, 1998, pp. 251: Ciarlataneria e medicina. Cure, maschere, ciarle
  11. Giorgio CosmaciniMedicina e rivoluzione. La rivoluzione francese della medicina e il nostro tempo, Raffaello Cortina Editore, 2015, pp. 289: Medicina e rivoluzione. La rivoluzione francese della medicina e il nostro tempo
  12. Paul Corner, Italia fascista. Politica e opinione pubblica sotto la dittatura, Carocci, 2015, pp. 390: Italia fascista. Politica e opinione popolare sotto la dittatura
  13. Robert Darnton, I Censori all’opera, Adelphi, 2017, pp. 364: I censori all’opera
  14. Alberto De Bernardi, Il paese dei maccheroni. Storia sociale della pasta, Donzelli, 2019, pp. 248: Il paese dei maccheroni. Storia sociale della pasta
  15. Giovanni De Luna, La Repubblica inquieta. L’Italia della Costituzione. 1946-1948, Feltrinelli, pp. 301: La Repubblica inquieta. L’Italia della Costituzione. 1946-1948
  16. Angelo d’Orsi, 1917. L’anno della Rivoluzione, Laterza, 2016, pp. 279: 1917. L’anno della Rivoluzione
  17. Richard J. Evans, Alla conquista del potere. Europa 1815-1914, Laterza, 2020, pp. 1014: Alla conquista del potere. Europa 1815-1914
  18. Richard J. Evans, Il terzo reich al potere. 1933-1939, Mondadori, 2005, pp. 846: Il terzo reich al potere. 1933-1939
  19. Fabio Fabbri, Le origini dalla guerra civile. L’Italia dalla Grande Guerra al fascismo (1918-1921), UTET, pp. XXXVI, 712: Le origini della guerra civile. L’Italia dalla Grande Guerra al fascismo (1918-1929)
  20. Lindsey Fitzharris, L’arte del macello. Come Joseph Lister cambiò il mondo raccapricciante della medicina vittoriana, Bompiani, 2017, pp. 346: L’arte del macello. Come Joseph Lister cambiò il mondo raccapricciante della medicina vittoriana
  21. John Foot, La “repubblica dei matti”. Franco Basaglia e la psichiatria radicale in Italia (1961-1978), Feltrinelli, 2014, pp. 375: La Repubblica dei matti. Franco Basaglia e la psichiatria radicale in Italia (1961-1978)
  22. Mauro Forno, Informazione e potere. Storia del giornalismo italiano, Laterza, 2012, pp. 298: Informazione e potere. Storia del giornalismo italiano
  23. Robert Gerwarth, La rabbia dei vinti. La guerra dopo la guerra 1917-1923, Laterza, 2017, pp. 421: La rabbia dei vinti. La guerra dopo la guerra 1917-1923
  24. Antonio Gibelli, La Grande Guerra degli italiani. 1915-1918, Bur Rizzoli, 2014, pp. 399: La Grande Guerra degli italiani. 1915-1918
  25. Paolo Giovannini, Un manicomio di Provincia. Il San Benedetto di Pesaro (1829-1918), Affinità Elettive, 2017, pp. 303: Un manicomio di provincia. Il San Benedetto di Pesaro (1829-1918)
  26. Mario Infelise, I padroni dei libri. Il controllo sulla stampa nella prima età moderna, Laterza, 2014, pp. 234: I padroni dei libri: Il controllo sulla stampa nella prima età moderna
  27. Carl Ipsen, Demografia totalitaria. Il problema della demografia nell’Italia fascista, Il Mulino, 2007, pp. 393: Demografia totalitaria. Il problema della demografia nell’Italia fascista
  28. Ian Kershaw, All’Inferno e ritorno. Europa 1914-1949, Laterza, 2016, pp. 652: All’inferno e ritorno. Europa 1914-1949
  29. Giuseppe Lorentini, L’ozio coatto. Storia sociale del campo di concentramento fascista di Casoli (1940-1944), Ombre Corte, Verona, 2019, pp. 163: L’ozio coatto. Storia sociale del campo di concentramento fascista di Casoli (1940-1944)
  30. Bruno Maida, I treni della felicità. Infanzia, povertà e solidarietà nell’Italia del dopoguerra. 1945-1948, Einaudi, 2020, pp. 361: I treni dell’accoglienza. Infanzia, povertà e solidarietà nell’Italia del dopoguerra. 1945-1948
  31. Cinzia Migani, Memorie di trasformazione. Storie da manicomio, Negretto, 2018, pp. 359: Memorie di trasformazione. Storie da manicomio
  32. Fabio Milazzo, Una guerra di nervi. Soldati e medici nel manicomio di Racconigi (1909-1919), Pacini editore, 2020, pp. 286: Una guerra di nervi. Soldati e medici nel manicomio di Racconigi (1909-1919)
  33. Silvano Montaldo, Donne delinquenti. Il genere e la nascita della criminologia, Carocci, 2019, pp. 339: Donne delinquenti. Il genere e la nascita della criminologia
  34. Massimo Montanari, Il formaggio e le pere. La storia in un proverbio, Laterza, 2008, pp. 161: Il formaggio con le pere. La storia in un proverbio
  35. Massimo Montanari, La fame e l’abbondanza. Storia dell’alimentazione in Europa, Laterza, 1993, pp. 262: La fame e l’abbondanza.
  36. Norman Ohler, Tossici.  l’arma segreta del Reich. La droga nella Germania nazista, Rizzoli, 2016, pp. 382: Recensione. Norman Ohler: Tossici. L’arma segreta del Reich. La droga nellla Germania nazista
  37. Armando Pepe, Le origini del fascismo in terra di lavoro (1920-1926), Aracne Editrice, 2019, pp. 170: Le origini del fascismo in terra di lavoro (1920-1926)
  38. Andrew Pettegre, L’invenzione delle notizie. Come il mondo arrivò a conoscersi, Einaudi, 2015, pp. 534: L’invenzione delle notizie. Come il mondo arrivò a conoscersi
  39. Adriano Prosperi, Un volgo disperso. Contadini d’Italia nell’Ottocento, Einaudi, 2019, pp. XVIII-324: Un volgo disperso. Contadini d’Italia nell’Ottocento
  40. Wolfang Schivelbusch, Storia dei generi voluttuari: spezie, caffè. cioccolato, tabacco, alcol e altre droghe: Wolfang Schivelbusch: Storia dei generi voluttuari
  41. Laura Spinney, 1918. L’influenza spagnola. La pandemia che cambiò il mondo, Feltrinelli, 2018, pp. 348: Laura Spinney: 1918. L’influenza spagnola. La pandemia che cambiò il mondo
  42. Eugenia Tognotti, La “spagnola” in Italia. Storia dell’influenza che fece temere la fine del mondo, Franco Angeli, 2002, 2015 (ed. riveduta e ampliata), pp. 198: Eugenia Tognotti: La “spagnola” in Italia
  43. Lucio Villari, Bella e perduta. L’Italia del Risorgimento, Laterza, 2009, pp. 345: Bella e perduta. L’Italia del Risorgimento
  44. William Naphy Andrew Spicer, La peste in Europa, Il Mulino, 2006, pp. 180: La peste in Europa
  45. Eric D. WeitzLa Germania di WeimarUtopia e tragedia, Einaudi, 2008, pp. 446 (nuova edizione ampliata, 2019): Recensione. Eric D. Weitz: la Germania di Weimar. Utopia e tragedia
  46. Angelo Ventrone, La strategia della paura. Eversione e stragismo nell’Italia del Novecento, Mondadori, 2019, pp. 300: La strategia della paura.
  47. Georges Vigarello, L’abito femminile. Una storia culturale, Einaudi, 2018, pp. 298: L’abito femminile. Una storia culturale.
  48. Renzo Villa, Geel, la città dei matti. L’affidamento famigliare dei malati mentali: sette secoli di storia, Carocci, 2020, pp. 301: Geel, la città dei matti
  49. Renato Zangheri, Storia del socialismo italiano. Dalla Rivoluzione francese a Andrea Costa, Einaudi, 1993, pp. 577: Storia del socialismo italiano. Dalla Rivoluzione francese a Andrea Costa