Lectio Magistralis

Youtube, Vimeo e altri social consentono ormai di recuperare moltissimo di quanto viene prodotto. Molti sono ormai gli istituti che si sono aperti all’uso delle nuove tecnologie e hanno aperto canali appositi. Sono servizi di una comodità meravigliosa: poter essere “presenti” ad eventi importanti e interessanti, poterli condividere e diffonderli. Si parla molto male del web (e spesso a ragione), ma queste Lectio Magistralis ne sono una evidente smentita. C’è del buono su internet. Il problema, caso mai, è la sproporzione. Ma è comunque molto.

Qui troverete video di Lectio Magistralis, convegni, interviste ecc. Sarà anche un modo per capire i miei gusti e le mie preferenze (le “scuole” storiografiche oramai si sono dissolte)

Inizio rinviando a una lezione del prof. Adriano Prosperi, non un contemporaneista, ma uno dei più grandi storici italiani. C’è veramente molto da imparare:

1

Scoperte che non cambiano la vita

2

Carlo ginzburg: i benandanti

Forse non è saggio calare subito le carte migliori. Ma come si fa a non pubblicare questa Lectio Magistralis di un altro maestro della nostra storiografia quale è Carlo Ginzuburg? Anche in questo caso veniamo inondati da una miriade di spunti, di considerazioni stimolanti e di sapere. Buona visione.Carlo Ginzburg, I benandanti, cinquant’anni dopo – 10 maggio 2017

 

3

Eric Hobsbawm ricorda Antonio Gramsci

Un breve intervento di quello che a mio parere è stato il più grande storico del Novecento. Da ascoltare bene il passaggio in cui Hobsbawm riesce a dare voce a coloro che si sentono “oppressi dal centro”.

4

Antonio Gibelli: La grande cesura

A mio parere Antonio Gibelli è uno degli storici più innovativi. In opere fondamentali ha aperto nuovi filoni di ricerca. In questa conferenza illustra in modo magistrale come e perché la Grande Guerra segnò la fine del “lungo Ottocento” nato dalla Rivoluzione francese e dalla Rivoluzione industriale e diede inizio a quello che è stato definito da Hobsbawm il “secolo breve”. Buona visione:

5

Adriano Prosperi: alle Origini del mondo attuale: incontri e scontri di culture nell’Eta’ della “Prima globalizzazione”

Abbiamo bisogno di questa intelligenza, di questa cultura e di questa umiltà come l’acqua e come il pane…

6

la rivoluzione russa del 1917

In questa conferenza, tenuta con uno stile frizzante e accattivante, Angelo D’Orsi chiarisce molto bene un punto: la rivoluzione russa NON fu un colpo di stato. Buona visione.

7

Luigi Mascilli Migliorini: 1789. La Rivoluzione Francese

Una conferenza di Luigi Mascilli Migliorini, uno dei massimi studiosi della Rivoluzione che, in un appuntamento pensato e proposto per il grande pubblico, illustra come e perché la rivoluzione dell’89 è ancora da considerarsi la madre della nostra epoca.

 

8

John Foot: La “Repubblica dei matti”

Qualche tempo fa ho recensito questo ottimo libro di un profondo conoscitore della nostra storia e amante del nostro Paese, incentrato su un periodo certamente irripetibile e su un personaggio che ha compiuto una piccola/grande rivoluzione (ma i personaggi di grande levatura che si incontrano nel testo sono molti), Franco Basaglia. Nella recensione (La Repubblica dei matti. Franco Basaglia e la Psichiatria radicale in Italia (1961-1978) ) ho detto le mie impressioni. Ora lascio la parola all’autore. Ha più cose da dire di me: