La Fondation Napoléon. Biblioteca Digitale e Rivista

Su Napoleone Bonaparte non occorre soffermarsi. Semplicemente è uno dei personaggi più conosciuti della storia. Si può discutere (e ovviamente gli storici discutono) sul suo operato, ma la straordinarietà della sua personalità è fuori discussione.

Un personaggio di tale levatura non poteva non dar vita a una fondazione che, al di là degli intenti celebrativi (o apologetici) si dedichi alla ricerca e conservazione di materiale storico che lo riguardano.

E questo è precisamente il compito che si è prefisso la Fondation Napoléon:

la Fondation Napoléon ha lavorato allo sviluppo di un vero e proprio centro di documentazione e informazione online, [sfruttando] il notevole potenziale del cyberspazio.

Quale modo migliore per portare all’attenzione di un pubblico più ampio e internazionale, vario nelle motivazioni e nei livelli di conoscenza, il lavoro e gli scritti di fonti tanto varie quanto quelle che proponiamo di riunire: musei, università, appassionati, curiosi, collezionisti e presto anche bambini…..

La Biblioteca Digitale è molto ricca e ben organizzata. Strutturata per sezioni tematiche e per periodicità, si rivela molto semplice da consultare. Cinque grandi sezioni raggruppano sotto-sezioni che esplorano ogni ambito della vicenda umana e storica del grande corso: dalla famiglia all’economia, dall’arte alla diplomazia, dalla società alla strategia militare e altro ancora sono disponibili opere sia coeve sia di carattere storico (non poteva mancare la grande storia del Thiers sul Consolato e l’Impero in 20 volumi).

Molto interessante è la sezione dei “Lavori universitari” che contiene diverse tesi di dottorato ben fatte e aggiornate – cosa utilissima, considerata la mole di opere che continua ad ispirare Napoleone.

A complemento della Biblioteca Digitale, la Fondation pubblica anche una rivista scientifica, Napoleonica. Giunta al 32° numero Napoleonica è edita fin dal 2008. Tutti i numeri, a volte tematici, sono disponibili qui: Napoleonica. La Revue.

In conclusione, la Fondation Napoléon è un ottimo sito per approfondire la storia di un uomo che ha impresso un’impronta profonda nella storia d’Europa e del mondo.

Buona visione.

Autore: lostoricodelladomenica

Nato a Faenza il 14 maggio 1971. Storico indipendente

Rispondi